Evanescenti certezze

Evanescenti certezze

Aspettare l’Amore è uno dei momenti più poetici che ho avuto modo di sperimentare nella mia vita.

Il sapere di non sapere, l’ascoltare un tono di voce, uno sguardo sfuggente, una frase che può dire tutto o niente.

In questo tempo che sembra incastrato in una Terra di Mezzo, potrebbe esserci un grande insegnamento di tipo spirituale, sciamanico, e cioè fare esperienza dell’evanescenza di cui siamo fatti.

Molti penseranno che sia anche un momento di sofferenza, di aspettative mancate, di ansia e paure.

È verissimo, è un periodo estremamente complicato, dove, però, abbiamo la possibilità di scrostare un bel po’ di vecchiume da idee e importanza personale.

Ho fatto tanti percorsi, letto libri, seguito maestri e maestre spirituali, e sempre ho imparato nuove tecniche per aprire porticine interiori. A volte era un vero lavoro e occorreva tanta costanza nella pratica, altre volte mi veniva più facile e naturale.

Ma quando lo Spirito dell’Amore ha cominciato a burlarsi di me e delle mie certezze, ho potuto fare un vero e proprio viaggio dentro me stessa.

Ho pianto tanto, ho sputato lacrime da ogni parte di me come il putto di una fontana, ho saltato di gioia e mi sono arrabbiata come mai nella mia vita.

E poi, dopo la rivoluzione interiore è arrivata la consapevolezza di aver appreso uno dei più importanti insegnamenti che la vita poteva mettermi a disposizione: sapere che tutto è, variabile, ritmico, indistinto, fluido, mai uguale.

In poche parole? Sono, siamo, un fiume…

“Possiamo essere risentiti, sentirci incapaci per un po’, ma sul fiume dell’anziana donna, le correnti sono tutto quello che c’è sopra, sono sempre libere – fluiscono sempre, sanno sempre dove andare nelle spinte più necessarie, la più abile raccolta del grande muscolo dell’onda, per schizzare oltre gli ostacoli, e superarli con la maggior grazia possibile…”

– I Desideri dell’Anima di Clarissa Pinkola Estés

Vi auguro di incontrare presto quel burlone dello Spirito dell’Amore e, sia che lo conosciate o no, siate più burloni di Lui…

Buon fluire

Enrica

Lascia un commento